DERBY AMARO PER IL NERUDA, TRENTO CONQUISTA LA VITTORIA AL TIE-BREAK

Il primo derby regionale regala al Neruda di Samec solamente un punto. Partita combattuta con molti errori al servizio delle bolzanine. Rivincita dal sapore amaro per le arancioblù che non riescono a chiudere i conti al quarto set, aprendo la strada alla rimonta delle cugine trentine che si impongono per 3-2.

La cronaca del match

In avvio coach Samec manda in campo un sestetto con Turlà in regia, Fogagnolo opposto, Dhimitriadhi e Pistolato schiacciatrici, la coppia Figini-Fava centrali e Bazzanella libero. Per la Walliance Ata, Mongera sceglie Bortoli al palleggio, Pedrotti opposto, Paoloni e Bottura schiacciatrici, Bogatec e Brugnara al centro e Eccel libero.
In un PalaSanGiacomo gremito, Neruda e Walliance partono entrambe molto forte, a riprova di quanto questo derby regionale sia sentito dalle due formazioni. Il primo punto viene messo a segno dalle bianconere di Mongera grazie ad un attacco di capitan Bottura. Le atine cercano l’allungo (0-2), ma le bolzanine accorciano le distanze (2-1). Il set continua punto a punto, nessuna delle formazioni riesce a scappare via (6-7). Il Neruda si riporta in vantaggio con un attacco vincente di Fava (14-12). Mongera chiama il time out sul vantaggio delle padrone di casa (14-12). Le arancioblù allungano (16-12), ma l’Ata non molla. È capitan Pistolato a salire in cattedra con un bellissimo pallonetto (18-14). L’ace di Turlà e il successivo errore al servizio delle bianconere danno al Neruda la possibilità di dilagare complice anche l’ottimo lavoro di Bazzanella nel recuperare palloni ostici. L’attacco di Dhimitriadhi e la doppia diagonale vincente di Fogagnolo portano le padrone di casa ad un passo dal primo set ball (23-16). Turno di Figini in battuta che toglie il respiro alle atine con un ace. A chiudere i conti è l’attacco vincente di Fogagnolo.

Il secondo set si apre con il servizio di Turlà. Le padrone di casa si portano in vantaggio (2-0), ma come nel set precedente la situazione di equilibrio rimane. La schiacciata vincente di Bogatec permette alle bianconere di mettere a segno il primo punto (3-1). Muro di Dhimitriadhi e Figini e il Neruda riconquista il doppio vantaggio (4-2). Capitan Bottura porta in vantaggio l’Ata (5-7), ma una diagonale di Dhimitriadhi consente alle padrone di casa di ridurre lo svantaggio (7-8). Continua la lotta punto a punto. Il Neruda si riporta in parità con un errore al servizio delle atine. Coach Samec chiama il time out sul vantaggio delle bianconere (13-15). Al rientro un doppio ace di Fogagnolo e un attacco di Dhimitriadhi regalano alle padrone di casa il sorpasso (17-15). Mongera chiama il time out. Al rientro muro su attacco di Dhimitriadhi. Samec fa rifiatare Turlà e Fogagnolo e manda in campo Murer e Fiabane. Le atine attaccano out, ma Dhimitriadhi sbaglia il servizio consentendo alle ospiti di ritrovare la parità (18-18). Punto di Brugnara e coach Samec rimanda in campo la palleggiatrice siciliana e l’opposto bolzanino. Fava sbaglia il servizio (19-21). Cambio palla e Brugnara mette a segno un ace. Il successivo muro su attacco di Figini (19-23) costringe Samec a chiamare il time out. Al rientro punto di capitan Pistolato, ma l’Ata conquista la palla set e chiude i conti con un ace di Bottura.

Avvio di terzo set con un errore al servizio delle atine. L’ace di Turlà porta in vantaggio il Neruda (2-0). Le bianconere si riportano in parità con due attacchi vincenti. Figini e Fogagnolo non si intendono e regalano all’Ata il vantaggio (2-3). Troppi errori per il Neruda che concede alle ospiti il massimo vantaggio con un attacco out (4-9). Fogagnolo chiude con un attacco vincente un lungo scambio che consente alle arancioblù di ridurre il distacco (6-10). Il turno di Bortoli al servizio concede alle trentine il massimo vantaggio (7-14). Pistolato e Dhimitriadhi riportano in partita il Neruda (12-15). Mongera chiama il time out. L’Ata rientra in campo con grinta e mette a segno due attacchi vincenti consecutivi. Attacco fuori di Fiabane e per la formazione di Samec i punti di distacco aumentano nuovamente (12-18). Dhimitriadhi in grande spolvero riduce il vantaggio delle atine (16-19). L’ace di Fava e l’attacco vincente di Pistolato portano il Neruda ad una sola lunghezza dalle ospiti (20-21). Mongera chiama il time out. Le arancioblù tornano in campo con più determinazione. Punto di Turlà per il pareggio e l’attacco vincente di Pistolato consente alle bolzanine di rialzare la testa. Si lotta punto a punto, ma alla fine è la formazione di casa a spuntarla con un attacco di Dhimitriadhi.

Il quarto set si apre con il primo punto conquistato dall’Ata. Dopo un lungo scambio, punto per il Neruda grazie ad un attacco che finisce in rete delle avversarie. Il Neruda continua a sbagliare tanto a servizio, questa volta con Turlà (1-2). Situazione di equilibrio. All’ace di Paoloni risponde il Neruda con un attacco di Fiabane (2-3). Il muro di Brugnara e Bortoli porta l’Ata in vantaggio (5-7). Dhimitriadhi sbaglia il servizio. Samec chiama il time out (6-9). Per le bolzanine continuano i problemi al servizio, questa volta con Fava (7-10). Quattro punti consecutivi del Neruda, tra cui un ace di Turlà e un attacco di Pistolato murato fuori, costringono Mongera a chiamare il time out. Bazzanella sbaglia la ricezione regalando una free ball alle atine che non sbagliano (13-13). Le bolzanine sbagliano anche in attacco, consentendo all’Ata di riportarsi avanti (14-17). Fava mette a segno un attacco vincente (17-19). Il set continua punto a punto con errori in attacco da entrambe le parti, con Dhimitriadhi per il Neruda e Bottura per l’Ata. Mongera chiama il time out (20-22). Le bianconere conquistano la palla set con un attacco di Paoloni. Le ospiti portano la sfida al tie break grazie ad un errore di Figini in attacco.

Il tie break vede il Neruda al servizio, ma è l’Ata a conquistare il primo punto. Bogatec mura l’attacco delle padrone di casa (0-2). Dhimitriadhi sbaglia il servizio e consente alle atine di scappare via (2-5). Gli attacchi di Fava e Pistolato non bastano perché è sempre la formazione ospite a condurre il set (4-8). Fiabane attacca fuori (4-10), errore al servizio delle bianconere con Brugnara. Il Neruda prova a recuperare, ma il vantaggio dell’Ata è troppo ampio (7-14). Dopo due match ball annullate, le padrone di casa devono cedere il passo alle atine che conquistano la vittoria finale.

Il commento di coach Samec

“Alcune delle ragazze in squadra sentono un po’ troppo la parola “derby”. Questo va bene se riusciamo a viverla positivamente, se la viviamo con troppa pressione non va bene. Noi non abbiamo giocato al meglio, loro hanno fatto il minimo indispensabile per portare a casa la partita. Stiamo arrivando alla condizione ottimale. Loro, come ho più volte ribadito, hanno la schiacciatrice Paoloni e la coppia di centrali Bogatec e Brugnara molto forti. Hanno una buonissima squadra, ma la prima cosa che dobbiamo guardare noi è il nostro lavoro e senza dubbio oggi non c’eravamo al 100%. Spero in una buona partita di ritorno.”

NERUDA VOLLEY BOLZANO – WALLIANCE ATA TRENTO 2-3 (25-16, 20-25, 26-24, 20-25, 9-15)

NERUDA VOLLEY BOLZANO: Turlà 8, Fogagnolo 9, Pistolato 15, Dhimitriadhi 18, Fava 12, Figini 11, Bazzanella (L); Fiabane 5, Murer
n.e. Ianeselli, Florian, Micheletti
All. Samec
WALLIANCE ATA TRENTO: Bortoli 8, Pedrotti 4, Paoloni 16, Bottura 11, Brugnara 14, Bogatec 13, Eccel (L); Scannavacca (L), Cingolani 2
n.e. Zapryanova, Ferrari, Testasecca, Tasholli
All. Mongera

Arbitri: 1° Arbitro DI DIO PERNA DAVIDE 2° Arbitro CAMPANILE IOLE

Share Now

Related Post