IL NERUDA TORNA DA BRESCIA CON UN PUNTO E MOLTI RIMPIANTI

Un Pisogne rinnovato trova la vittoria al tie-break lasciando le bolzanine con l’amaro in bocca

Nella prima trasferta del girone di ritorno, Pistolato e compagne impattano in una sconfitta al tie-break. Primi due set da dimenticare per le bolzanine che, orfane di Fogagnolo per influenza, faticano ad ingranare. Le arancioblù si ritrovano a competere con una formazione rinnovata con tre acquisti importanti: Biava, Bacciottini e Okaka (top scorer del match con 21 punti). Nel terzo e nel quarto set il Neruda dimostra di poter dire la sua, ma al tie-break è una battaglia impari con le atlete di Bonollo che concedono alle bolzanine solamente 5 punti.
Da sottolineare, ancora una volta, l’ottima prestazione di Dhimitriadhi, top scorer del Neruda con 16 punti. Un plauso anche alla prestazione di Fiabane che va in doppia cifra con 14 sigilli (3 ace). In doppia cifra anche Fava con 12 punti.

Samec, che deve fare a meno di Fogagnolo a causa dell’influenza, schiera Turlà al palleggio, Fiabane opposto, capitan Pistolato e Dhimitriadhi schiacciatrici, Fava-Figini al centro e Bazzanella libero.
Bonollo manda in campo tutti e 3 i nuovi acquisti Bacciottini in cabina di regia, Okaka contromano, Biava e Civardi schiacciatrici, capitan Dall’Acqua e Ceron centrali e Baragioli libero.

Partono subito forte la padrone di casa. I tre nuovi innesti dimostrano subito di aver trovato il feeling giusto con le altre componenti della squadra. Le biancorosse allungano con Biava (6-3). Ceron e Okaka picchiano duro e Pisogne continua a condurre (13-11). Samec richiama le sue (15-11). Il Neruda non passa, gli attacchi vengono murati e le arancioblù sembrano a corto di idee. Samec rileva Turlà per Murer (19-11). Giusto il tempo di uno scambio e la palleggiatrice siciliana torna al suo posto. Le ragazze di Bonollo continuano a mettere a segno punti su punti. Ace di Okaka e Pisogne vola (21-12). Momento difficile per Pistolato e compagne che provano a rialzare la testa con un punto di Turlà che sorprende le bresciane e grazie ad un attacco fuori misura di capitan Dall’Acqua (22-14). Dhimitriadhi accorcia ulteriormente (22-15), Pisogne attacca out ancora una volta (22-16). Filotto positivo per la formazione bolzanina e Bonollo corre ai ripari chiamando il timeout. Al rientro Turlà sbaglia il servizio (23-16). Pisogne risponde con un ace di Biava che regala alle sue la palla set (24-16). Lungo scambio, ma Dhimitriadhi fallisce l’attacco e le biancorosse conquistano il primo set (25-16).

Secondo set che si apre con un nuovo allungo della formazione lombarda grazie ai muri su Figini e Dhimitriadhi (6-2). Samec richiama nuovamente Turlà per Murer. Al Neruda servono idee nuove. L’allenatore arancioblù richiama le sue (8-2) per il primo timeout del set. Continua il gioco pesante di Pisogne (9-2). Finalmente l’attacco di Dhimitriadhi passa (9-3). Turlà riprende il suo posto. Muro su Pistolato e le biancorosse rimangono sul +6 (11-5). Fallo di posizione per le padrone di casa (11-6). Le bolzanine provano a respirare con l’errore al servizio di Pisogne, ma Fava sbaglia l’attacco (14-7). Il Neruda prova a ricucire grazie ad una serie positiva (18-14). Figini sbaglia al servizio (21-15). Fiabane mette a segno un punto e un ace (21-18) e accorcia le distanze. Le padrone di casa sono più concrete e chiudono anche il secondo set (25-20).

Il terzo set si apre con una situazione di equilibrio (3-3). Il Neruda prova a spingere sull’acceleratore con Fava e Turlà (7-8). Per la prima volta nel corso del match le arancioblù si portano in vantaggio. Bonollo richiama le sue sull’allungo di Pistolato e compagne (7-10). Ace di Dhimitriadhi (10-13). Pisogne si rifà sotto con Civardi e Okaka (14-14). Le atlete di Samec mettono nuovamente la freccia e si portano avanti con un ace di Fiabane (14-16). Il Neruda continua a condurre, sul 20-23 Samec manda in campo Murer al servizio al posto di Turlà. Le bolzanine conquistano il set point e chiudono il set con un attacco di Fiabane (21-25).

Quarto set che parte nuovamente con una situazione di equilibrio (6-6). Pisogne tenta il sorpasso, ma Dhimitridhi e Fava ripristinano la parità (10-10). Fiabane segna il vantaggio arancioblù (13-15). Il Neruda preme con Pistolato e Fiabane e mantiene la testa. Ceron accorcia (16-18), ma la formazione bolzanina dimostra di averne di più grazie ad un’ottima serie di Fava e Dhimitriadhi (19-23). Turlà sbaglia il servizio e Fiabane attacca out (21-23). Samec chiama il timeout. Alla ripresa il Neruda chiude i conti, conquista il set (22-25). Si va al tie-break.

Il tie-break si apre con una situazione di parità (3-3). Dhimitriadhi porta avanti le arancioblù (3-4), ma nello scambio successivo il muro del Neruda spedisce fuori il pallone e poi Fiabane attacca in rete (6-4). Samec chiama il timeout, ma al rientro la musica non cambia. Le padrone di casa dilagano con un’ottima prestazione di Okaka al servizio (13-5). Biava guadagna il match point per Pisogne e il turno successivo le padrone di casa chiudono i conti (15-5).

ISEO SERRATURE – NERUDA VOLLEY BOLZANO 3-2
(25-16; 25-20; 21-25; 22-25; 15-15)
ISEO SERRATURE: Bacciottini 6, Baragioli, Biava 13, Cavagnoli, Ceron 13, Civardi 8, Dall’Acqua 9, Giometti, Okaka 21, Pop, Rosso 1, Stroppa.
All. Bonollo

NERUDA VOLLEY BOLZANO: Pistolato 6, Turlà 7, Fabiane 14, Dhimitriadhi 16, Fava 12, Bazzanella 1, Figini 1, Murer.
Callegaro
All. Samec
Arbitri Marigliano, Sicco

Share Now

Related Post